SCIENTOLOGY: Cosa si nasconde dietro la religione del governatore galattico “Xenu”?

“L’uomo è addormentato. È ipnotizzato. In Scientology inverti il processo e lo sveglierai.”, queste sono le parole di L. Ron Hubbard, scrittore di fantascienza che nel 1954, grazie alle sue idee fonda Scientology.
Ron Hubbard, nella sua vita ha dimostrato di avere una personalità squilibrata, basti pensare che negli anni 60 fece vari esperimenti per dare vita a un Anticristo e che quando la seconda moglie lo minacciò di lasciarlo se non avesse chiesto aiuto a uno psicologo, rapì la loro figlia e chiamò la moglie dicendo di aver ucciso la bambina facendola a pezzi. Hubbard confessò alla moglie che non era vero soltanto dopo alcuni giorni.
Il simbolo di Scientology è composto da una S che si sovrappone a due triangoli. La S è l’iniziale di Scientology mentre i triangoli rappresentano dei concetti importanti della religione. Il triangolo inferiore sta ad indicare la comprensione, quello superiore rappresenta invece conoscenza, responsabilità e controllo.
Il culto principale di Scientology riguarda la liberazione dell’anima, chiamata “thetan”.
Il “thetan” è un’entità immateriale, che si è reincarnata varie volte. Questa entità non riesce a realizzarsi a causa delle immagini traumatiche e negative vissute nelle vite precedenti chiamate “engram”.
Per liberare l’anima dagli engram la tecnica utilizzata da Scientology è quella dell’auditing.
Durante l’auditing, l’auditor utilizza un macchinario che misura le cariche elettriche per individuare gli engram, questo macchinario è chiamato “E-meter”. Grazie all’auditing e questo particolare macchinario è possibile eliminare gli engram. Eliminando gli engram, il fedele avanza di livello.
In Scientology, infatti sono diversi i livelli che un fedele deve superare, i principali sono il Preclear, Clear e Operating Thetan. Per progredire oltre all’auditing è necessario studiare del materiale fornito da Scientology come gli scritti di Hubbard. Tuttavia, le sessioni di auditing e il materiale fornito sono a pagamento e raggiungono costi spropositati, promettendo superpoteri come la telepatia e la lettura di libri a chilometri di distanza.
La religione che i fedeli apprendono, grazie al materiale fornito, è quella di “Xenu” un governante galattico alieno. Xenu 75 milioni di anni fa, governava tutti i pianeti di questa galassia, inclusa la Terra. Il problema di Xenu era la sovrappopolazione, per questo creo un piano. Radunò miliardi di persone, iniettò loro una miscela di alcohol e glycol per paralizzarli. Li mise a bordo di alcuni aerei e li imprigionò sulla Terra, alle pendici di vulcani, lì uccise tutti con delle bombe all’idrogeno. Tuttavia, poteva distruggere i corpi ma non l’anima per questa ragione dovette intrappolare le anime in delle scatole. Una volta intrappolate proiettò su queste anime dei filmati per diversi giorni, filmati che mostravano immagini false come Dio, il Diavolo e Gesù Cristo. Una volta abbandonato le scatole, le anime si sarebbero conglomerate a centinaia nella convinzione di essere tutte uguali prendendo possesso di pochi corpi rimasti sulla Terra dopo la catastrofe. Perciò ad oggi ognuno di noi è pieno di questi conglomerati chiamati “body thetans”, Scientology con il suo percorso ti offre la possibilità di rimuoverli.
Ma cosa si nasconde dietro questa “chiesa”?
Secondo alcuni esperti, i seguaci di Scientology vengono indotti a frequentare corsi sempre più onerosi, duranti i quali vengono sottoposti a stress fisici (lavori logoranti e diete ipoproteiche) e psicologici (letture forzate, pressioni e intimidazioni), lo scopo sarebbe quello di ridurre gli adepti in uno stato di totale soggezione.
Le testimonianze degli ex adepti sono sconcertanti.
Pedinamenti, minacce, molestie.
Secondo alcuni ex membri, uscire dalla setta è molto difficile.
Infatti, gli adepti che nutrono dei dubbi vengono portati in un luogo chiamato “buco”. Si tratta di un vero e proprio campo di prigionia con porte sbarrate, grate alle finestre, uscite presidiate. All’interno di questo luogo i metodi “rieducativi” consisterebbero in percosse, lavori forzati, pratiche umilianti.
Un dirigente racconta che è stato costretto a restare sotto la corrente gelida di un condizionatore mentre gli veniva lanciata dell’acqua, una donna racconta di essere stata picchiata finché non ha confessato di essere lesbica, e un altro membro che è stato costretto a leccare il pavimento del bagno per mezz’ora.
Negli Stati Uniti nel 2009, L’FBI indagò Scientology per violazione dei diritti umani, e nello stesso anno altri due ex membri fecero causa alla chiesa accusandola di lavori forzati. Il giudice si espresse a favore di Scientology, perché il Primo Emendamento protegge le religioni e le loro pratiche, portando l’FBI alla chiusura del caso nel 2011. Scientology riconosce di avere un sistema disciplinare per i suoi iscritti ma dichiara che non esiste un luogo simile al “buco”.

Dott.ssa Elena Novelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: