Criminal Profiling:tecnica investigativa per l’identificazione dell’autore di reato.

Il profilo criminale (in inglese criminal profiling o criminal personality profiling) è uno strumento comportamentale e investigativo d’ausilio per gli investigatori nel descrivere soggetti criminali totalmente o parzialmente sconosciuti. Secondo il noto agente dell’FBI Howard Teten, il Criminal Profiling può essere definito «il metodo per identificare l’autore di un reato basato sulla analisi della natura del crimine e del modo in cui questo è stato commesso, partendo dal presupposto che vari aspetti della personalità dell’autore si riflettono nelle azioni che sceglie di compiere, prima, durante e dopo il crimine».

Il Criminal Profiling è una tecnica investigativa che individua l’insieme di tutte quelle informazioni riguardanti un sospetto sconosciuto, tra cui principalmente caratteristiche comportamentali e di personalità, tramite lo studio e l’analisi dei crimini che ha commesso. Di conseguenza, secondo il principio di interscambio di Edmond Locard, secondo cui “ogni criminale lascia una traccia di sé sulla scena del crimine e porta via su di sé una traccia” e considerato che le tracce lasciate sulla scena del crimine possono rappresentare il risultato di determinati comportamenti e azioni, il compito del profiler, sottolineato anche dalla criminologa R. Bruzzone, diventa quello di acquisire ed analizzare tutte le informazioni ricavate dalla scena del crimine e usarle per definire la personalità e il comportamento del possibile autore di reato. Il profiler, in particolare, deve saper descrivere sia il tipo di persona che può avere commesso il fatto reato, sia quali possono essere i tratti della personalità del possibile reo. Di conseguenza, da quanto esposto, si desume che l’obiettivo principale del profiler consiste nel raccogliere ed analizzare elementi della scena del crimine e stilare il ritratto psico-comportamentale del possibile autore per aiutare le forze di polizia nell’identificazione dello stesso, ancora ignoto.

Qual è oltre a quanto esposto, il supporto pratico per le indagini del criminal profiling? Sicuramente un miglior utilizzo delle risorse investigative, indirizzate verso il profilo corrispondente; la riduzione del numero dei sospettati; strategie interrogative al fine di condurre ad una confessione. Sebbene non esista una metodologia universalmente accettata, sono stati individuati elementi fondamentali per la ricostruzione di un profilo psicologico, condivisi da molti esperti forensi. L’analisi della scena del crimine rappresenta il primo elemento fondamentale; il secondo riguarda lo studio della vittima e delle possibili relazioni con il suo aggressore, ed infine, vi è il case linkage.

Per quanto concerne il primo elemento, il criminal profilng parte dall’analisi delle prove rinvenute sulla scena del crimine e dalla ricostruzione della dinamica dell’evento, per arrivare a dare una risposta ai 6 interrogativi anglosassoni della crimino-dinamica: What?, How?, When?, Where?, Why?, Who?

Per il secondo elemento, ovvero la relazione tra la vittima e l’aggressore, è fondamentale tenere in considerazione una branca della criminologia, ovvero la vittimologia, che studia la vittima come soggetto passivo del reato e l’incidenza della stessa nell’analisi della scena del crimine, in base al rapporto col reo. Oggi si fa affidamento all’autopsia psicologica cioè una perizia post- mortem. De Leo definisce l’autopsia psicologica come una “particolare forma di perizia psicologica con cui si cerca di elaborare un profilo psicologico della vittima e, attraverso una analisi completa delle caratteristiche della stessa e delle sue interferenze con il fatto di reato e con il suo autore, si cerca di individuare possibili inferenze deduttive con il movente, l’elemento determinante l’azione, il modus operandi e la firma dell’autore.”

Il case linkage, terzo ed ultimo elemento preso in considerazione per la ricostruzione del profilo psicologico, è un metodo analitico per mezzo del quale si possono stabilire dei «legami tra casi in precedenza non correlati». Gli elementi utilizzata in questa analisi sono: le prove fisiche, i riscontri medico-legali, il modus operandi, la firma, l’analisi della vittima e il geographical profiling.

Gli elementi esposti, secondo gli esperti forensi, sono di fondamentale importanza a maggior ragione per la risoluzione della serialità di atti criminali, quali: stupro, omicidio, molestie sessuali con o senza minacce, assassinio pedofilico; di atti criminali accompagnati o meno da mancata identificazione del colpevole e in caso di dubbio sulla reale colpevolezza del soggetto; di recidivismo con sospetto di acting out criminale, dove l’azione non può essere spiegata da motivazione comprensibile ma che risulta un’espressione concreta di un conflitto interiore al soggetto. A tal proposito, non sarebbe di poco conto ricordare ciò che l’ex investigatore statunitense ed agente speciale del Federal Bureau of Investigation, John E. Douglas, ha da sempre ritenuto, ovvero “se vuoi comprendere l’artista, devi guardare il quadro; se vuoi conoscere il colpevole, devi guardare il crimine; un assassino seriale pianifica il suo “lavoro” con la stessa cura con cui un pittore elabora il soggetto e l’esecuzione di una tela”.

Dott.ssa Anthea Grimaldi

Riferimenti e testi consigliati:

• “I serial killers” di M. Garbesi.

• “Crime Classification Manual: A standard system for investigating and classifying violent crimes” di J. Dougals, A. Burgess, R. Ressler.

• “Lo studio della vittimologia per capire il ruolo della vittima” di S. Sicurella.

• “L’autopsia psicologica. L’indagine nei casi di morte violenta o dubbia” di B. Bonicatto, T. G. Perèz, R. R. Lopez.

http://repository.nkzu.kz/8082/1/49-64.pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: